Caldaie a biomasse, in arrivo modifiche alla certificazione ambientale

Il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole sullo schema di decreto che introduce alcune modifiche al Dm Ambiente 7 novembre 2017, n. 186 relativo alla certificazione ambientale dei generatori di calore alimentati con biomasse solide.

Il testo in esame  si propone di introdurre una prima modifica all’allegato 1 del regolamento vigente, riguardante le classi di qualità per la certificazione dei generatori di calore, specificando nella nota alla tabella 1 che i valori degli ossidi di azoto sono “espressi come No2”. La seconda modifica riguarda la sostituzione della tabella 2 dell’allegato 2 del Dm 186/2017, relativa alle norme tecniche recanti i metodi per il campionamento, l’analisi e la valutazione delle emissioni.

Nonostante le sottolineature in negativo sulla “incompletezza delle esplicazioni contenute nelle relazioni di accompagnamento, nelle quali non viene fornita alcuna motivazione in ordine alla loro opportunità”, il Consiglio di Stato ha comunque deciso di rilasciare parere favorevole sullo schema di provvedimento.

Lascia un commento